giovedì 28 luglio 2016

Sbriciolata all'olio con more e ricotta

Quando gli ingredienti sanno già cosa vogliono diventare, e tu li devi solo ascoltare.
More appena staccate dal rovo in giardino e un pezzo di ricotta freschissima, di un piccolo produttore locale.
Una torta! ti dicono. Dove la mia cremosità non vada persa nell'impasto, dice la ricotta.
Dove la nostra freschezza acidula contrasti col dolce della pasta, dicono le more.
E noi abbiamo accontenato tutti. Soprattutto i palati ;-)


mercoledì 27 luglio 2016

Melitzanosalata

Ovvero le melanzane alla greca.
La verdura che più amo, che più fa estate, che più mangio!
Soprattutto grigliate, ma quando mi capitano per le mani delle ricettine nuove è un attimo mettersi a provarle.

domenica 24 luglio 2016

Mousse di cioccolato e yogurt con le more

Il cioccolato? Io me lo mangio per tutto l'anno.
Perchè ho sentito parlare di questa leggenda, in cui durante l'estate se ne mangerebbe di meno... vi assicuro, a me non risulta ;-)
Certo, bisogna adottare qualche trucchetto: non si può più starlo a rimirare e farlo sparire un morsetto alla volta. Un gesto deciso, dalla carta alla bocca e lasciare che si fonda sulla lingua invece che tra le dita. Voilà!
Oppure lo si mette in una golosissima mousse...


giovedì 21 luglio 2016

Cake con cipolle rosse, zucchine e mandorle

Siamo in quel periodo dell'estate in cui l'orto si mette a produrre più zucchine di quante se ne possano mangiare. La scorta per l'inverno è già pronta e quelle che rimangono finiscono praticamente ovunque!
Non che sia poi chissà quale sacrificio, eh?


L'ultima creazione zucchinosa è stata questo cake salato, con in più le cipolle rosse e le mandorle.
Morbidissimo. Saporito e sfizioso, con anche il tocco rustico della farina integrale.


Semplicissimo (certe volte a riguardare quello che cucino, mi rendo conto di quanto sia pigra!), perfetto come spuntino, antipasto, aperitivo - magari con una bella birra! - da solo o con formaggi e salumi.
Rimarranno a mala pena le briciole!


lunedì 18 luglio 2016

Ghiaccioli cocco e pesca

In estate qui smettiamo di contare quanti chili tra gelati e ghiaccioli facciamo fuori...
Perchè quando sale il languorino è in freezer che si va a frugare ;-)


E per forza di cose ogni tanto si rimane a secco. Ma niente panico, due freschi ghiaccioli si preparano in un attimo! Con tutta la frutta che c'è a disposizione ;-)
All'inizio avevo in mente la coppia pesca-yogurt, ma avevo voglia di un gusto più morbido...
E così ho pensato al latte di cocco, per dare anche quel tocco esotico...


Freschi e sfiziosi, la parte più difficile è sbucciare le pesche (ma potete anche non farlo ;-) ) e al resto ci pensa il freezer!
La frutta sceglietela ben matura e regolate la quantità di zucchero in base alla sua dolcezza: mi capita a volte di ometterlo del tutto.
E buona rinfrescante merenda!


sabato 16 luglio 2016

Babà al rum di Anna

Questo post ha un doppio valore affettivo: è infatti il mio modo per rendere omaggio a una cara amica e foodblogger, Anna, e per festeggiare la maturità dei miei studenti.
Tra l'altro, nonostante io sia napoletana, non avevo mai fatto il babà in vita mia :-P ma grazie alle indicazioni di Anna e alla sua ricetta, che è di una semplicità estrema, ho ottenuto un ottimo risultato senza troppi sforzi!
Io non ho cambiato una virgola dalla ricetta originale, QUESTA, ma magari in futuro proverò a diminuire la dose di lievito di birra e allungare i tempi di lievitazione.
Per motivi "tecnici" non l'ho potuto decorare (doveva fare un viaggio in auto di almeno mezz'ora) né ho potuto fotografare la fetta. Dovrete credermi sulla parola: la mollica era molto alveolata e filante ;-) 





Ingredienti (per uno stampo di 28cm, alto 13cm)
  • 300g di farina manitoba o comunque forte (io ho usato la panettone Z molino Della Giovanna)
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 35 g di zucchero semolato finissimo
  • 5 uova medie
  • 75 gr. di burro morbido
Per la bagna al rum
  • 500ml di acqua tiepida
  • 250g di zucchero
  • il succo di mezzo limone
  • un bicchiere di rum
  • una fialetta di aroma rum 
Io ho lavorato con planetaria, ma il procedimento può essere fatto anche a mano.
Versare nella ciotola uova, lievito, burro molto morbido, lievito spezzettato e zucchero. Amalgamare con il gancio K o foglia a velocità 1. Aggiungere la farina setacciata e proseguire a velocità 2 per circa 10 minuti. L'impasto deve presentarsi omogeneo e morbido e molto simile a un impasto per ciambellone. 
Porre a lievitare fino al raddoppio a una temperatura di circa 28° (in inverno in forno spento con luce accesa): ci impiegherà circa un'ora.
Imburrare uno stampo già posizionato sulla placca da forno e sistemarci l'impasto. Porre a lievitare scoperto in forno spento fino ad arrivare un paio di cm dal bordo. A lievitazione conclusa accendere il forno a 250° (con il babà già all'interno!) e attendere circa 15-20' fino a quando la superficie risulterà di un bel colore bruno, dopo di ché abbassare a 180° e continuare per altri 15' (o fino a quando i bordi si staccano dalla parete dello stampo e risultano anch'essi belli coloriti).
Lasciare raffreddare e sformare preferibilmente su un recipiente che consenta alla bagna di non fuoriuscire (io ho usato un grande piatto fondo da portata)
Preparare la bagna sciogliendo in acqua tiepida lo zucchero e mescolando con il rum, l'aroma e il succo di limone. 
Bagnare il dolce e ogni ora, per due volte, recuperare lo sciroppo e riversarlo sulla superficie.
Si conserva in frigo coperto con pellicola per 3-4 giorni (io l'ho preparato due giorni prima di servirlo).

(english version)

Babà with Rhum Syrup

Ingredients (for a 11" diameter chiffon cake pan)

  • 300g of strong flour
  • 25g of fresh brewer's yeast
  • 35g of sugar
  • 5 eggs
  • 75g of soft butter
for the syrup
  • 500 ml of light warm water
  • 250 of sugar
  • lemon juice
  • a glass of rhum
In a bowl amalgamate eggs, sugar, butter and brewer's yeast. Add flour to obtain a homogenous and smooth dough.
Let it double at warm temperature for about 1 hour.
Transfer the dough in a greased pan, put it on baking pan and let it rise directly inside the oven (it's ready to bake when it gets 1'' from the edge). 
Switch on the oven (let the babà inside!) to 482°F and bake the babà for 15', until it brown, then lower to 356°F for 15'.
Let it cold, transfer on a plate and poor on its surface the syrup. After 1 hour, recycle spilled syrup and poor it again. Repat 1 hour later.
You can store the babà in the fridge, coverd with a plastic wrap.




giovedì 14 luglio 2016

Torta morbida di susine, cioccolato e rum

Frutta e cioccolato è un matrimonio felice, si sa!
Così quando ti regalano un mucchio di susine - poche per una marmellata, ma decisamente troppe per mangiarle tutte al naturale! - non mi viene in mente altro che una morbida e golosa torta.


E assieme al cioccolato fondente vuoi che non ci scappi dentro un po' di rum?


Ed ecco sfornata questa meraviglia morbida e cioccolatosa, con il tocco succoso e appena acidulo delle susine fresche :-)
Una torta semplice, da fare giusto con una ciotola e una frusta.
Perchè anche nel pieno dell'estate voglio una colazione che mi faccia alzare dal letto con un sorriso :-)


martedì 12 luglio 2016

Burger di tonno, ricotta, limone e capperi


Quando fa caldo ho voglia di cibi diversi, che mi facciano pensare a quando tornavo a casa (affamata) dopo una mattinata passata al mare. Qualcosa che sia appagante per il palato, ma non troppo elaborato e nemmeno troppo "pasticciato".
Una buon compromesso l'ho trovato con questa ricetta: burgers di tonno sott' olio, aromatizzati con scorzetta di limone e capperi. Nella versione originale erano presentati come polpettine fritte da finger food (infatti sono ottimi anche freddi), io invece ho preferito la versione al microonde con funzione crisp: meno olio e soprattutto niente padelle e niente forno! Ovviamente è possibile farli anche nel forno tradizionale o, appunto, fritti.
Consiglio vivamente di provare questi croccanti burgers dal sapore che ricorda la salsa tonnata: sono squisiti!



Dal numero di Alice luglio 2016

Ingredienti (per 6 burger)

  • 230g di tonno sott'olio
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati
  • la scorza di un limone
  • 200g di ricotta non cremosa (io ho usato quella sarda)
  • 1 uovo
  • 70g di parmigiano grattugiato
  • pangrattato
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • olio evo (o di semi se invece si vuole friggere)
Sgocciolare il tonno dall'olio e spappolarlo con una forchetta.
Tritare i capperi con la scorza di limone.
In una terrina unire il tonno ai capperi e il limone tritati, la ricotta, il parmigiano, il prezzemolo e l'uovo. Mescolare e amalgamare con un cucchiaio: non usare il mixer perché il composto risulterebbe poi troppo morbido. Bisogna ottenere un impasto lavorabile e sodo. Nel caso dovesse essere troppo morbido aggiungere del pangrattato.
Formare i burgers, passarli nel pangrattato.
A questo punto la cottura può essere fatta:
1- in forno: coprire con carta forno una leccarda. Ungerla con l'olio prima di disporci sopra i burgers. Cuocere a 180° fino a doratura (circa 20 minuti).
2- in padella: scaldare abbondante olio fino a una temperatura di 170° e friggere i burgers
3- al crisp: versare due cucchiai di olio e distribuirli su tutto il piatto con un pennello. Scaldare per 3 minuti e poi cuocere i burgers per circa 10' (o comunque fino a doratura), girando a metà cottura.



(english version)

Tuna, ricotta cheese, lemon and capers burgers

Ingredients (for 6 burgers)

  • 230g of canned tuna
  • 1 tbsp of salted capers
  • lemon zests
  • 200g of ricotta cheese (Sardinia ricotta is recommended because is semi-solid and not creamy)
  • 1 egg
  • 70g of Parmesan cheese
  • bread crumbs
  • 1 tbsp of chopped parsley
  • olive oil
Drain the tuna from olive oil and chop it with a fork.
Chop lemon zests and capers (wash them to remove salt). In a bowl, mix together tuna, ricotta, egg, parmesan, parsley, capers and lemon zests to obtain an homogeneous mixture.
Form the burger, sprinkle with bread crumbs and you can choose to:
1- bake at 356°F on a greased baking paper fo 20 minutes
2- Deep fry  
3- bake in a microwave (with crisp function). Grased crisp pan with 2 tbsp of olive oil, heat for 3 minutes. Cook the burgers until brown (5 minutes per side).

lunedì 11 luglio 2016

Mousse di bufala con pesto di rucola al limone

Da quando li ho scoperti ogni occasione è buona per rifare questi sfiziosissimi bicchierini: aperitivo in giardino, antipasto del pranzo della domenica, spizzichini in attesa della pizza...
Non ne avanzano mai!


D'altronde basta guardarli per aver voglia di affondarci il cucchiaino:-)
Freschi, stuzzicanti e colorati, non si può nemmeno definire una ricetta vista la semplicità, è giusto un'idea, perfetta per l'estate!


Le dosi che vi darò sono indicative: valutate voi cosa aggiungere o togliere, in base alle consistenze degli ingredienti, alla quantità che vi serve, ma soprattutto secondo i vostri gusti :-)
Quindi prendete un frullatore e mettiamoci al lavoro!


giovedì 7 luglio 2016

Torta integrale alle pesche e sciroppo di lavanda

Quando ho sfornato questa torta e ne ho sentito il profumo mi sono subito pentita di averla fatta così piccola...
Ma volevo fare una prova usando lo sciroppo alla lavanda e limone, e le prove che faccio va a finire che le devo far sparire tutte da sola, e quindi...
Questa invece è stata equamente spartita al momento della colazione :-)


Perchè pesca e lavanda è un abbinamento davvero riuscito!
Una torta morbida, umida, con il sapore rustico della farina integrale che fa da contrappunto alle pesche profumate e al tocco particolare e fresco della lavanda :-)
Una delizia da assaporare prima con l'olfatto e poi con il palato.
E non fate come me: raddoppiate le dosi e fate una bella torta da 24 cm di diametro!


lunedì 4 luglio 2016

Sciroppo alla lavanda e limone

Ogni volta che varco il mio cancello, in questa stagione, mi avvolge una zaffata intensa di lavanda che sale dal giardino. E ogni volta mi chiedo cosa potrei farci - oltre ai sacchettini per profumare gli armadi :-)
E poi, curiosando di nuovo nel blog di Paola, vedo questo sciroppo e due secondi dopo sto già spiccando le spighette di fiori!


Un sapore fresco e delicato, se anche voi avete a dispozione questa meravigliosa pianta provatelo. E poi preparatevi delle rinfrescanti bibite, ghiaccioli oppure... nella prossima ricetta vi mostrerò come l'ho usato io ;-)
Grazie ancora a Danja per la profumatissima ricetta!



venerdì 1 luglio 2016

Insalata di pasta con melone, speck e cipollotti

A casa WelcomeBa(c)kery questa è stata eletta insalata di pasta dell'estate 2016!
E' stato amore solo a leggere gli ingredienti, non vi dico quando l'abbiamo assaggiata...
Di solito le mie insalate di pasta sono fatte più o meno a caso, con quello che trovo in frigo e ingredienti a crudo. La noia :P
Questa invece è condita con una parte di sugo cotto e una parte di ingredienti a crudo, e per amalgamare il tutto un olio aromatizzato al limone e menta :-) una festa di sapori!


Anche se quest'estate va' un po' in altalena l'ho già preparata due volte.
Sfiziosa e freschissima è perfetta quando ci sono ospiti: è già pronta in frigo e basta portarla in tavola per deliziare tutti :-)
Sappiate che chiederanno il bis ;-)